Il problema dell'Amministratore

L'amministrazione e la relativa responsabilità illimitata e delegata ai soci ACCOMANDATARI.

Il problema è risolto negativamente per le s.a.s. in cui l'amministrazione e la relativa responsabilità illimitata e delegata ai soci ACCOMANDATARI.

Più dibattuta appare nelle s.n.c.; invero l'unico argomento che è stato addotto dalla dottrina per escludere questa ipotesi siede sulla dissociazione tra responsabilità delle obbligazioni sociali e status di socio. L'argomento, a parere di CAMPOBASSO, non convince.

Invero, si potrebbe benissimo arrivare alla conclusione che non per forza si deve avere corrispondenza tra status di socio e responsabilità; l'amministratore potrebbe benissimo rispondere quale mandatario o quale institore; la nomina di un amministratore esterno non priverebbe i soci el potere di direzione e controllo sulla società e della conseguente responsabilità per le obbligazioni sociali.

Il divieto di concorrenza

Nelle s.n.c. incombe sui soci il divieto di esercitare attività commerciale concorrente a quella della società, o di assumere la posizione di socio illimitatamente responsabile in società concorrente.

Il divieto non vale se si riveste la qualifica di socio con responsabilità LIMITATA. La violazione del divieto espone il socio al risarcimento del danno nei confronti della società.


INDICE
DELLA GUIDA IN Societario

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 606 UTENTI