sono stata multata per divieto di sosta con una multa di euro -- e un'altra di -- entrambe le ho pa...

Attenzione: ogni consulenza viene modificata per rendere irriconoscibile l’autore

Quesito risolto:
sono stata multata per divieto di sosta con una multa di euro --
e un'altra di -- entrambe le ho pagate in ritardo una settimana dopo la scadenza ora mi è arrivato un ingiunzione di pagamento di euro ---,--.
ora io so che l'importo si raddoppia se pagata in ritardo ma così è come se le pagassi tre volte posso fare ricorso a un giudice di pace?
Inviato: 96 giorni fa
Materia: Cartelle di pagamento
Pubblicato il: 29/06/2017

expert
Il Professionista ha risposto: 93 giorni fa
Riscontro la sua richiesta ---- consulenza come appresso
Le specifico che allorquando la multa vien pagata ma in ritardo, è come non aver assolto la obbligazione.
La somma delle violazioni al codice della strada non pagate viene iscritta a ruolo, con la maggiorazione del --% semestrale.
Lo conferma la Suprema Corte ---- Cassazione, con la sentenza del -- ottobre ----, n. -----.
Accogliendo il ricorso di Equitalia, i Giudici della Corte hanno riformulato la tesi della CTR, secondo la quale le maggiorazioni andavano annullate. Il contribuente, però, deduceva la nullità della cartella emessa da Equitalia per la decadenza dei termini di riscossione. Al centro del contendere, il dettame dell'art. -- della Legge n. ---/----, che il tribunale dichiarava essere inapplicabile.
 
I Giudici di legittimità hanno accolto il ricorso presentato da Equitalia, asserendo che “in materia ---- sanzioni amministrative per violazioni previste dal Codice della Strada, va applicata la maggiorazione del --% semestrale, ai sensi dell'art. -- della Legge n. ---/----, per il caso ---- ritardo nel pagamento della somma dovuta, sicché è legittima l'iscrizione a ruolo, e l'emissione della relativa cartella esattoriale, per un importo che includa, oltre a quanto dovuto per la sanzione principale e per le spese del procedimento, anche l'aumento derivante dalla sanzione aggiuntiva”. Dunque, correttamente erano state iscritte a ruolo anche le maggiorazioni; e d'altronde ciò è concorde anche con l'art. --- del codice della strada, il quale si rifà all'art. -- della Legge n. ---/----. Pertanto, la sentenza ---- secondo grado è stata cassata.
Le trascrivo al sentenza
Cass. civ. Sez. III, ----------, n. -----
Eq. Su. S.p.A. c. C.D. e altri
In materia ---- sanzioni amministrative, con particolare riferimento alle sanzioni irrogate per violazioni del Codice della Strada, la maggiorazione del dieci per cento semestrale, ---- cui all'art. -- della L. -- novembre ----, n. ---, per il caso ---- ritardo nel pagamento della somma dovuta, ha natura ---- sanzione aggiuntiva, che sorge dal momento in cui diviene esigibile la sanzione principale, sicché è legittima l'iscrizione a ruolo, e l'emissione della relativa cartella esattoriale, per un importo che includa, oltre a quanto dovuto per la sanzione principale, anche l'aumento derivante dalla sanzione aggiuntiva.
Per tutti i motivi innanzi esposti le sconsiglio di proporre ricorso, perchè i costi potrebbero ancora raddoppiare.
Provi a rateizzare gli importi della sanzione.
Resto a disposizione per eventuali richieste di chiarimenti ed assistenza.

» Fai la tua domanda ai nostri avvocati esperti in Cartelle di pagamento

INDICE
DELLA GUIDA IN Cartelle di pagamento

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 500 UTENTI