Approfondimenti in Lavoro

  • Il licenziamento

    I diversi tipi di licenziamento a seconda dei motivi che lo hanno determinato ed il relativo regime giuridico

  • Lavoratori e mansioni - Jus Variandi

    Le mansioni del lavoratori di cui all' art. 2103 c.c. contribuiscono all'individuazione del tipo di attività oggetto dell'obbligazione lavorativa. In relazione ad esse vengono stabilite la qualifica e la categoria del lavoratore.

  • Sul giustificato motivo di licenziamento in tempo di crisi

    In tempo di crisi è necessario approfondire il giustificato motivo di licenziamento connesso a situazione di crisi aziendale. La cause possono essere le piu' disparate anche se la piu' comune è la crisi aziendale.

  • L'invenzione del lavoratore dipendente

    La disciplina che regolamenta a chi spettino i frutti delle invenzioni, quando queste sono attuate nell'ambito di un rapporto di lavoro subordinato.

  • Il lavoro straordinario

    Le modalità contenute nei contratti collettivi relativamente al lavoro straordinario.

  • Il lavoro notturno

    L'art 2108 c.c. 1° comma dispone che il lavoro notturno, non compreso in regolari turni periodici, debba essere retribuito con una maggiorazione rispetto al lavoro diurno.

  • Pause - riposi - ferie

    Informazioni relative ai momenti di distacco dal lavoro.

  • Tutela della maternità

    La normativa sulla maternità mira da un lato a tutelare la salute della donna e del bambino e dall'altro a garantire alla donna e più in genere ai genitori, una tutela economica per i periodi di assenza dal lavoro.

  • Avviamento obbligatorio

    L'obbligo dei datori di lavoro pubblici e privati che occupino almeno 15 dipendenti di assumere disabili.

  • Il contratto di apprendistato

    Caratteristiche e tipologie del contratto regolamentate ex novo dalla l. 30\2003 (c.d. Legge Biagi).

  • Il contratto di inserimento

    Trattasi di contratto diretto all'inserimento, ovvero al reinserimento, nel mercato del lavoro, sulla base di un determinato progetto individuale di determinate categorie di persone.

  • Contratto di lavoro intermittente o a chiamata ( c.d. job on call)

    Con tale contratto il lavoratore mette a disposizione del datore di lavoro le proprie energie lavorative e quest'ultimo potrà utilizzarle in base alle proprie esigenze aziendali.

  • Contratto di lavoro a tempo parziale (cd. Part time)

    Il part time è definito da codesta normativa "l'orario di lavoro, fissato dal contratto individuale, cui sia tenuto un lavoratore, che risulti comunque inferiore a quello a tempo pieno".

  • Contratto di lavoro a tempo ripartito ( c.d. job sharing)

    Il contratto di job sharig è un contratto di lavoro mediante il quale due lavoratori assumono in solido l'adempimento della stessa obbligazione

  • Contratto di lavoro a tempo determinato

    Informazioni sul termine e sul tipo di rapporto datore di lavoro/lavoratore relativamente al contratto di lavoro a tempo determinato.

  • La somministrazione di lavoro

    Le parti del rapporto di lavoro, la prestazione lavorativa e il contratto di somministrazione di lavoro.

  • Lavoro a domicilio e telelavoro

    Informazioni relative ai due differenti rapporti di lavoro.

  • Lavoro a progetto

    Il contratto di lavoro a progetto è una fattispecie contrattuale che si caratterizza per il collegamento della prestazione da rendere dal collaboratore con un progetto preciso definito dal committente.

  • Il lavoro occasionale accessorio

    Il lavoro occasionale di carattere accessorio è stato concepito dal legislatore con la finalità di favorire l'inserimento lavorativo di fasce deboli del mercato aumentando le opportunità di lavoro presso le famiglie o enti senza scopo di lucro.

  • Il rapporto di agenzia

    Il contratto di agenzia si caratterizza per l'opera che l'agente, in modo stabile e professionale, e previo riconoscimento di una provvigione, svolge nei confronti del proponente, opera finalizzata a concludere contratti in una determinata zona con vincolo, derogabile, di esclusiva.

  • Dimissioni del lavoratore

    Il lavoratore può liberamente recedere dal vincolo contrattuale rassegnando le proprie dimissioni con una unica limitazione cioè il rispetto del termine di preavviso previsto dal contratto collettivo.

  • T.F.R. o trattamento di fine rapporto

    Il trattamento di fine rapporto è una somma che spetta ai lavoratori che si siano dimessi o che siano stati licenziati da un datore di lavoro.

  • Trasferimento d'azienda

    La disciplina del trasferimento dell'azienda ai fini lavoristici secondo l'art. 2112 del codice civile.

  • Rinunzie - transazioni - quietanze a saldo

    Diritti del lavoratore inderogabili per legge o in forza di contratto collettivo.

  • Trasferimento - distacco del lavoratore - trasferta

    Il trasferimento del lavoratore da una sede di lavoro ad un'altra, il distacco del dipendente presso un'altra società, anche estera e la trasferta caratterizzata dalla provvisorietà dello spostamento del lavoratore da una unità produttiva ad un'altra nell'ambito della medesima azienda

  • Assicurazione su infortuni e malattia

    L'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e la tutela dei lavoratori.

  • La tutela avverso il licenziamento illegittimo

    Il legislatore ha attenuato le differenze di tutela tra lavoratori dipendenti da aziende con meno di 15 dipendenti e lavoratori dipendenti da aziende con più di 15 dipendenti

INDICE
DELLA GUIDA IN Lavoro

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 715 UTENTI