Desideriamo costituire un trust. Mi serve un preventivo per rispondere alle seguenti domande: Pre...

Attenzione: ogni consulenza viene modificata per rendere irriconoscibile l’autore

Quesito risolto:
Desideriamo costituire un trust. Mi serve un preventivo per rispondere alle seguenti domande:

Premesso che il trust conterrà sia beni mobili che immobili:

Quanto costa il trasferimento dei beni mobili al trust?

È possibile intestare al trust la nuda proprietà degli immobili e lasciare l'usufrutto in capo a una persona fisica per non perdere la cedolare secca? A che costo?
Inviato: 865 giorni fa
Materia: Proprietà
Pubblicato il: 10/11/2014

expert
Il Professionista ha risposto: 862 giorni fa
In via generale si rileva che nel trust possono esser trasferiti beni mobili, immobili, denaro, opere d'arte e diritti.
Con riferimento ai beni immobili il disponente può decidere alternativamente di:
a) trasferire la piena proprietà al trustee
b) trasferire la nuda proprietà al trustee ritenendosi il disponente l'usufrutto
c) trasferire la nuda proprietà al trustee ritenendosi il disponente il diritto di abitazione
d) trasferire l'usufrutto al trustee ritenendosi il disponente la nuda proprietà
La norma che ha introdotto la cedolare secca ed il successivo Provvedimento della Agenzia delle Entrate n. ----- del - aprile ---- hanno precisato che possono usufruire della cedolare secca le persone fisiche titolari del diritto di proprietà e dei diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi) sugli immobili abitativi concessi in locazione a terzi al di fuori dell'esercizio di imprese, arti o professioni. In altri termini, devono essere soggetti passivi Irpef che, in relazione alla locazione posta in essere, conseguono reddito fondiario. Alla nuda proprietà non si accompagna un diritto reale di godimento del bene cui è relativa. L'opzione per la cedolare secca effettuata dal nudo proprietario, non tenuto a denunciare il reddito prodotto dall'immobile, non ha pertanto alcuna validità. La stessa dovrà quindi essere, nel caso, effettuata dall'usufruttuario.
Conseguentemente se il disponente persona fisica mantiene il diritto di usufrutto e trasferisce la nuda proprietà al trust, lo stesso (disponente) può optare per la cedolare secca.

Tassazione nel caso di trasferimento di beni mobili ed immobili al Trust
Beni mobili
Il trasferimento di beni mobili al trust sconta l'imposta di donazione sul valore venale (ossia valore commerciale) dei beni stessi.
Per la determinazione dalla aliquota della imposta di donazione è necessario sapere chi è il beneficiario del trust; infatti se il rapporto tra il disponente e beneficiario è di parentela in linea retta o di coniugio, si applica una franchigia di esenzione fino a - milione di euro (- milione e mezzo di euro se il beneficiario è un soggetto portatore di handicap), e l'aliquota di tassazione è pari al -%.
Si ritiene importante precisare l'importo della franchigia di euro un milione va diminuita dell'importo di eventuali altre donazioni precedentemente effettuate a favore dello stesso soggetto.
Pertanto qualora si fosse in presenza di una eccedenza oltre il milione di euro si paga una imposta del -%.
Se invece di beneficiari sono fratelli e sorelle si applica la franchigia di euro ---.--, e sulla parte eccedente l'aliquota fiscale del -%.
Se invece i beneficiari sono parenti diversi dai precedenti entro il quarto grado ed affini entro il terzo grado si applica l'aliquota fiscale del -%.
Se invece i beneficiari sono non parenti si paga l'-% senza franchigia.

Beni immobili
Nel caso di trasferimento di beni immobili nel trust, ovvero della sola nuda proprietà degli stessi, è dovuta sia l'imposta di donazione che le imposte ipotecarie e catastali.
Imposta di donazione
L'imposta di donazione si applica con le modalità sopra indicate con riferimento ai beni mobili.
La base imponibile su cui applicare l'imposta è rappresentata dalla rendita catastale dell'immobile, rivalutata del -%, e moltiplicata per un coefficiente che varia a seconda della tipologia di immobile. Ad esempio --- per gli immobili abitativi e per i fabbricati del gruppo C eccetto C-, -- per i fabbricati di categoria catastale A-- e per i fabbricati del gruppo D.
Su tale valore si applica l'imposta di donazione con le modalità in precedenza illustrate.
Si rileva che qualora venga invece conferita solo la nuda proprietà, si applicheranno le tabelle del valore di usufrutto o di del diritto di abitazione che sono parametrate all'età del disponente, al fine di determinare il valore catastale della nuda proprietà.
In altri termini il valore catastale dell'immobile deve essere diminuito del valore dell'usufrutto al fine di determinare il valore della nuda proprietà su cui calcolare l'imposta di donazione. Ad esempio: valore catastale dell'immobile euro ---.---, valore dell'usufrutto euro --.----, il valore della nuda proprietà è --.---, e su tale valore si calcola l'imposta di donazione al momento del trasferimento dell'immobile nel trust.
Imposte ipotecarie e catastali
Per quanto riguarda le imposte ipotecarie e catastali ipotizzando che gli immobili vengano conferiti in piena proprietà si applicherà — secondo quanto chiarito dalla Amministrazione Finanziaria con le circolari numero --/E del ---- e -/E del ---- - l'imposta ipotecaria pari a -% e l'imposta catastale par all' -% sul valore della rendita catastale rivalutate e moltiplicata per il coefficiente sopra indicato.
Qualora venga invece conferita solo la nuda proprietà, si applicheranno le tabelle del valore di usufrutto o di del diritto di abitazione che sono parametrate all'età del disponente.
Si rileva che alcuni Uffici fiscali, si cita ad esempio la decisione numero prot. ----/-/- dell'Ufficio territoriale Milano - delle Entrate, applicano le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa di euro --- ciascuna e così per complessive ---,-- euro.
Quindi occorre interpellare preventivamente l'ufficio fiscale competente per territorio al fine di verificare se lo stesso applica del caso l'imposta fissa.

Infine si rileva che se viene costituite il Trust per atto pubblico o scrittura autenticata, senza trasferirvi contestualmente i beni, è dovuta l'imposta di registro in misura fissa di euro ---.

A disposizione per chiarimenti




» Fai la tua domanda ai nostri avvocati esperti in Proprietà
Il Cliente ha chiesto un chiarimento: 861 giorni fa
Chiedevo anche che costo ha trasferire denaro nel trust, grazie
 
Il Professionista ha risposto: 861 giorni fa
il denaro è un bene mobile è quindi è soggetto all'imposta di donazione come indicato nella consulenza in generale per i beni mobili

INDICE
DELLA GUIDA IN Proprietà

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 706 UTENTI