Ottengo il divorzio con l'assegnazione della casa coniugale (gia di mia proprieta per il --% in quan...

Attenzione: ogni consulenza viene modificata per rendere irriconoscibile l’autore

Quesito risolto:
Ottengo il divorzio con l'assegnazione della casa coniugale (gia di mia proprieta per il --% in quanto acquistata prima del matrimonio)
il mio quesito e come posso evitare un eventuale pignoramento sul --% di proprieta' dell'ex coniuge e eventuale vendita dell'immobile per debiti da lui contratti in relazione ad alimenti non pagati alla seconda compagna ?
Inviato: 916 giorni fa
Materia: Proprietà
Pubblicato il: 26/02/2015

Il cliente ha inserito una integrazione quesito iniziale: 917 giorni fa
nella sentenza di divorzio mi viene assegnato anche l'assegno divorzile da lui non sempre erogato
expert
Il Professionista ha risposto: 913 giorni fa

Riscontro la sua richiesta di consulenza come appresso.
Preliminarmente, mi sembra di capire che le è ben chiaro che i creditori del suo ex marito possono vendere l'intero e soddisfarsi sul ricavato per il --%.
Ciò accade quando l'immobile è indivisibile.
L'accertamento della comoda divisibilità di un bene ai sensi dell'art. --- cod. civ. Sussis
te quando il giudice abbia correttamente valutato la concreta possibilità di frazionamento sia nel suo aspetto economico, escludendo l'eventuale deprezzamento del bene, sia sotto l'aspetto funzionale, dimostrando che il frazionamento consente la formazione di quote suscettibili di autonomo e libero godimento, senza che incida negativamente nel caso di fabbricati la dichiarazione di inagibilità
In virtù dell'art.--- c.c, infatti, applicabile anche alla comunione ordinaria, se vi sono immobili non comodamente divisibili [c.c. ---], o il cui frazionamento recherebbe pregiudizio alle ragioni della pubblica economia [c.c. ---, ---] o dell'igiene, e la divisione dell'intera sostanza non può effettuarsi senza il loro frazionamento, essi devono preferibilmente essere compresi per intero, con addebito dell'eccedenza, nella porzione di uno dei coeredi aventi diritto alla quota maggiore, o anche nelle porzioni di più coeredi, se questi ne richiedono congiuntamente l'attribuzione. Se nessuno dei coeredi è a ciò disposto, si fa luogo alla vendita all'incanto.
In detti casi si può vedere all'asta l'immobile e dividere il denaro oppure lei dovrebbe chiedere l'assegnazione della sua quota e diventare la proprietaria dell'intero.
Per evitare tutto ciò, deve sulla quota del suo ex marito trascrivere qualche atto le riconosce un diritto sorto in data anteriore a quello dei creditori.
Ad es. una ipoteca per un suo debito?
In altri termini se lei vanta ragioni creditorie in favore del predetto, può costituire ipoteca, previa stesura di un atto notarile, di riconoscimento di debito nei suoi confronti.
In ogni caso l'assegnazione della casa coniugale va trascritta.
Ciò le consente di opporre il suo diritto di ad utilizzare l'immobile come abitazione.
La quota però può essere venduta.
Chi compra acquisterà l'immobile ma dovrà rispettare il suo diritto ad abitarvi se trascritto prima.
Devo anche dirle che è difficile vendere una casa quando non si può utilizzare poiché c'è un terzo, giovane, che ha il diritto di assegnazione-
Ritengo che la strada più semplice e sicura sia quella del riconoscimento del debito.
Detto atto non è neppure revocabile dai creditori.
La revocazione è la impugnazione che consente di dichiarare inefficace un atto dispositivo che favorisce un creditore anzichè un altro.
Resto a disposizione per eventuali richieste di chiarimenti ed assistenza
» Fai la tua domanda ai nostri avvocati esperti in Proprietà
Il Cliente ha chiesto un chiarimento: 912 giorni fa
Come posso procedere materialmente ad iscrivere un debito del mio ex coniuge ? Mi può fare un esempio pratico? Grazie
 
Il Professionista ha risposto: 911 giorni fa
Per es. ha mai lavorato per lei?
vanta un credito di lavoro?
vanta un credito di mantenimento?
va dal notaio ' fa un atto di riconoscimento per iscrivere ipoteca
 
Il Professionista ha risposto: 911 giorni fa

 
Il Professionista ha risposto: 911 giorni fa

Il Cliente ha chiesto un chiarimento: 911 giorni fa
si vanto un credito per alimenti non corrisposti grazie
 
Il Professionista ha risposto: 911 giorni fa

 
Il Professionista ha risposto: 911 giorni fa

INDICE
DELLA GUIDA IN Proprietà

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 360 UTENTI