Vietati spot hard - multa - emittenti televisive

Con sentenza n. 5749/2007 la Corte di Cassazione ha ritenuto applicabile anche agli spot a luci rosse il disposto dell’ art. 15 della legge 223 del 1990, che vieta la trasmissione di programmi che possano nuocere allo sviluppo psichico e morale dei minori, che contengano scene di violenza o pornografiche etc.. Ne consegue, pertanto, che debbono essere multate le emittenti televisive che promuovono in tv, anche se nelle ore notturne, linee telefoniche erotiche. La Cassazione ha, così, accolto il ricorso promosso dall’ Authority per le comunicazioni contro la decisone del Tribunale di Milano che, nel 2002, aveva annullato una multa di 10 mila euro inflitta nei confronti di una emittente privata, rea di avere trasmesso spot che promuovevano l’uso di linee telefoniche erotiche contenenti scene di natura pornografica.

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 317 UTENTI