Fruizione agevolazioni legge 104 per acquisto vettura. Quesito : Sono il padre di un figlio disabile...

Attenzione: ogni consulenza viene modificata per rendere irriconoscibile l’autore

Quesito risolto:
Fruizione agevolazioni legge 104 per acquisto vettura. Quesito : Sono il padre di un figlio disabile di -- anni,sono in regime di affido condiviso. Il figlio ha residenza presso la madre. Abito a circa -- km e almeno - volte a settimana prendo mio figlio per le visite. Sino ad oggi la detrazione prevista dalla 104 è stata usufruita sempre dalla madre del ragazzo. Vorrei utilizzare almeno una volta tale agevolazione prevista ogni 4 anni. La madre si oppone dicendo che il figlio vive con lei. A norma di legge speterebbe anche a me usufruire di tale agevolazione visto che effettuo molti piu' km di le i per il figlio? (l'agevolazione è prevista per solo - vettura ogni - anni)
cordiali saluti

Inviato: 1897 giorni fa
Materia: Previdenziale
Pubblicato il: 04/08/2014

expert
Il Professionista ha risposto: 1895 giorni fa

Riscontro la sua richiesta di consulenza come appresso
In effetti come lei sostiene sono detraibili, in sede di dichiarazione dei redditi, le spese sostenute per l'acquisto di veicoli per portatori di handicap effettuate per proprio conto o per i familiari fiscalmente a carico, così come specificato all'art. --- del Codice civile
L'acquisto deve avere per oggetto motoveicoli e autoveicoli, anche se prodotti in serie e adattati alle limitazioni permanenti delle capacità motorie del portatore di handicap.
Le detrazioni riguardano l'acquisto di autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto di non vedenti, di sordi, di soggetti con disabilità psichiche o mentali per le quali c'è stato il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento, di invalidi con grande limitazione alla deambulazione e di soggetti pluriamputati.

Sono detraibili, inoltre, anche le spese sostenute per l'adattamento del veicolo e le spese di manutenzione straordinaria.
L'agevolazione, invece, non è riconosciuta per le spese di manutenzione ordinaria e per i costi ordinari, quali assicurazione, tagliandi periodici, bollo, pneumatici, eccetera.
Non è agevolabile l'acquisto di quadricicli leggeri, cioè delle “minicar” che possono essere condotte senza patente.  L'acquisto può riguardare sia veicoli nuovi che usati.
Con la Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. -/---- è stato chiarito che i benefici fiscali possono essere riconosciuti a condizione che il veicolo sia intestato al soggetto disabile ovvero al soggetto di cui il disabile è a carico. Di conseguenza, se il figlio disabile acquista un veicolo intestato al genitore fiscalmente a carico dell'altro, l'agevolazione non può essere riconosciuta

E' anche corretto quanto lei sostiene e cioè che la spesa può essere fruita una sola volta in un periodo di quattro anni, salvo il caso in cui il veicolo sia cancellato dal PRA, e con riferimento a un solo veicolo per il costo sostenuto nel limite complessivo di Euro --.---,--.
Si ricorda che il beneficio è riconducibile agli autoveicoli utilizzati in via esclusiva o prevalente a beneficio dei soggetti disabili e che il trasferimento, anche gratuito, prima del decorso del termine di due anni dall'acquisto comporta la restituzione dell'imposta non versata, sempre che l'acquisto del nuovo veicolo non sia necessario a causa della mutazione della disabilità.
La detrazione può essere fruita interamente nell'anno in cui è stato acquistato il veicolo oppure è possibile optare per la rateizzazione in quattro rate annuali di pari importo.
E' anche corretto quanto lei sostiene e cioè che la spesa può essere fruita una sola volta in un periodo di quattro anni, salvo il caso in cui il veicolo sia cancellato dal PRA, e con riferimento a un solo veicolo per il costo sostenuto nel limite complessivo di Euro --.---,--.
Si ricorda che il beneficio è riconducibile agli autoveicoli utilizzati in via esclusiva o prevalente a beneficio dei soggetti disabili e che il trasferimento, anche gratuito, prima del decorso del termine di due anni dall'acquisto comporta la restituzione dell'imposta non versata, sempre che l'acquisto del nuovo veicolo non sia necessario a causa della mutazione della disabilità.
La detrazione può essere fruita interamente nell'anno in cui è stato acquistato il veicolo oppure è possibile optare per la rateizzazione in quattro rate annuali di pari importo.
In virtù di quant'innanzi esposto, allora la detrazione è riconosciuta in favore del genitore che ha in carico il figlio, tant'è che i benefici fiscali possono essere riconosciuti a condizione che il veicolo sia intestato al soggetto disabile ovvero al soggetto di cui il disabile è a carico.
Mi deve chiarire questo aspetto prima di renderle il parere definitivo

» Fai la tua domanda ai nostri avvocati esperti in Previdenziale
Il Cliente ha chiesto un chiarimento: 1891 giorni fa
Buongiorno Avvocato,

Sono in regime di affido condiviso con figlio a carico --% io e --% ex moglie.
Sino ad oggi,mio figlio ha 18 anni, è sempre stata la mamma ad usufruire di questa agevolazione, nonstante utilizzi piu' io che lei la vettura per mio figlio. Il problema è che lei fà finta di niente, e quindi allo scadere dei 4 anni continuerà ad usufruire di questa agevolazione. Magari potrei io una volta tanto giocare in anticipo e all'approssimarsi della scadenza prendere io la vettura presentando i documenti necessari.
grazie
 
Il Professionista ha risposto: 1890 giorni fa
Ritengo che essendo il figlio a carico di entrambi, dovreste avere la detrazione entrambi al 50 %.
Se la chiede uno, l'altro dovrà rimborsare l'ex coniuge.
Tra l'altro ritengo più semplice la divisione interna.
 
Il Professionista ha risposto: 1890 giorni fa

 
Il Professionista ha risposto: 1890 giorni fa

 
Il Professionista ha risposto: 1890 giorni fa

 
Il Professionista ha risposto: 1890 giorni fa

 
Il Professionista ha risposto: 1890 giorni fa

Il Cliente ha chiesto un chiarimento: 1890 giorni fa
Buongiorno,

il problema è che non c'è accordo tra me e la mia ex.in questo caso cosa posso fare?

Quello che volevo capire era se per legge il concessionario puo' accettare una richiesta di detrazione del 50 %...

grazie
 
Il Professionista ha risposto: 1888 giorni fa
Potrebbe farlo perchè il figlio è a carico di due parti e non una.
Se si rifiuta, le consiglio di chiedere il rimborso a sua moglie.

INDICE
DELLA GUIDA IN Previdenziale

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 4070 UTENTI