Previsione di un patto di prova nel contratto di agenzia

Nel contratto di agenzia o di rappresentanza commerciale di cui agli artt. 1742 e segg. c.c. le parti contraenti, nel libero esercizio della loro autonomia negoziale, possono inserire un patto di prova , al fine di valutare reciprocamente la convenienza di rendere stabile ovvero di risolvere il vincolo contrattuale, subordinando la definitivita` del rapporto al mancato esercizio della facolta` di recesso entro il periodo di tempo all`uopo prestabilito. Tale patto è pienamente valido - purche` (secondo l`accertamento del giudice del merito) il periodo destinato alla effettuazione dell`esperimento sia limitato al tempo necessario e sufficiente per consentire alle parti di compiere l`anzidetta valutazione - e la relativa clausola, che preveda a favore di entrambe le parti la facolta` di recedere dal contratto senza l`obbligo di preavviso o di pagamento dell`indennita` sostitutiva, non ha carattere vessatorio e non richiede pertanto specifica approvazione per iscritto, a norma dell`art. 1341 c.p.c., quantunque risulti inserita nelle condizioni generali di contratto predisposte da uno dei contraenti. (Corte di Cassazione Sezione Lavoro civile Sentenza 22.01.1991, n. 544)

INDICE
DELLA GUIDA IN Agenti

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1732 UTENTI