Il mancato svolgimento di attività lavorativa costituisce elemento costitutivo del diritto all’assegno di invalidtà

In materia di assegno di invalidità civile, il requisito del mancato svolgimento di attività lavorativa previsto per beneficiare dell'assegno d'invalidità di cui all'art. 13 l. n. 118/1971, come novellato dall'art. 1, comma 35, l. n. 247/2007, costituisce elemento costitutivo del diritto all’assegno. Pertanto la prova di tale requisito non può essere fornita in giudizio mediante mera dichiarazione dell'interessato, anche se rilasciata con formalità previste dalla legge per le autocertificazioni, che può assumere rilievo solo nei rapporti amministrativi ed è, invece, priva di efficacia probatoria in sede giurisdizionale.

Corte di Cassazione, sez. VI Civile - L, ordinanza n. 21888 del 16 ottobre 2014

INDICE
DELLA GUIDA IN Previdenziale

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 578 UTENTI