Opere visibili e permanenti destinate all'esercizio della servitù

Con sentenza n. 10861 dell'11 maggio 2007, la Corte di Cassazione, Sezione II, è tornata a pronunciarsi in materia di requisiti delle opere visibili e permanenti destinate all'esrcizio della servitù.
Secondo la Cassazione, dette opere, sia che se ne vanti (o se neghi) l'usucapione sia che sia che se ne vanti (o se neghi) la costituizione per destinazione del padre di famiglia, ai sensi degli articoli 1061 e 1062 c.c., non è sufficiente accertare la presenza doi opere visibili o permanenti idonee all'esercizio della servitù ma è anche necessario verificare se dette opere siano state destinate o siano concretamente servite ad esercitarla, pur non avendo rilievo il fatto che le stesse si trovino sul fondo servente.

INDICE
DELLA GUIDA IN Proprietà

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 313 UTENTI