Per gli infortuni subiti dagli alunni non sempre è responsabile il professore

Gli studenti hanno diritto di riunirsi in assemblea nei locali della scuola e possono chiedere a professori e presidedi di assistere. Tuttavia, se durante una di queste riunioni un alunno si fa male, non è detto che sia responsabile il professore che ha ceduto l’ora di lezione e che pertanto non era presente. E' quanto stabilito dalla Corte di Cassazione che, con sentenza n. 33760/2007 ha annullato, con rinvio, la sentenza di condanna emessa dal tribunale dell’Aquila nei confronti di un docente accusato di non aver vigilato all’assemblea degli alunni indetta durante la sua lezione nel laboratorio di chimica.
Secondo la S.C. non sussisteva pertanto il dovere del professore di partecipare all’assemblea. Ne consegue che
trattandosi nel caso specifico di un Istituto tecnico dove si fa uso nei laboratori di macchine, attrezzature utensili ed apparecchi in genere, l’attività degli alunni é equiparata a quella dei lavoratori subordinati dice la Suprema Corte. Pertanto, il tribunale dell’Aquila dovrà stabilire non la colpevolezza del professore, ma chi é in questi casi il «responsabile della vigilanza antifortuni», come delegato del datore di lavoro, ovvero il preside.

INDICE
DELLA GUIDA IN Minorile

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1114 UTENTI