Il provvedimento di espulsione disposto dal Prefetto, poi confermato dal G.d.P., è illegittimo se nelle more del ricorso per Cassazione lo straniero ha acquisito lo status di cittadino comunitario

In caso di espulsione dal territorio dello Stato di un cittadino rumeno disposta dal prefetto, poi confermata dal giudice di pace, l'acquisto da parte del ricorrente, nelle more del giudizio di cassazione e, in particolare dal 1° gennaio 2007, dello status di cittadino dell'Unione europea - con conseguente inapplicabilità delle disposizioni di cui al decreto legislativo n. 286 del 1998 e la possibilità di espulsione solo in presenza delle ipotesi previste dall'articolo 7 del Dpr n. 54 del 2002 - determina la cassazione del provvedimento del giudice di pace e la declaratoria, con pronuncia ai sensi dell'articolo 384 del Cpc che al 1° gennaio 2007 sono cessati gli effetti dell'espulsione a suo tempo adottata dal prefetto.

INDICE
DELLA GUIDA IN Amministrativo

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 231 UTENTI