Il trasferimento del pubblico dipendente non sempre necessita della comunicazione di avvio del procedimento

Il provvedimento di trasferimento del pubblico dipendente da un ufficio all’altro della stessa sede territoriale della Polizia di Stato, non costituisce un trasferimento in senso tecnico, ma integra soltanto una modalità di estrinsecazione dei profili organizzativi del servizio stesso, che pertanto non esige le medesime garanzie procedimentali previste per i trasferimenti in senso stretto (cfr., Cons. St., sez. IV, 31 maggio 2003 n. 3038; 30 maggio 2005 n. 2773).
E' quanto disposto dal T.A.R. della Toscana con sentenza n. 695/2007.Ne consegue che, in tale ipotesi, il trasferimento è legittimo anche se non contenga una specifica e puntuale motivazione circa le ragioni che ne hanno determinato l’adozione, né è necessario che sia dato avviso dell’inizio del relativo procedimento

INDICE
DELLA GUIDA IN Amministrativo

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 263 UTENTI