In caso di occupazione appropriativa, la prescrizione del diritto al risarcimento del danno decorre dalla realizzazione dell'opera o dalla trasformazione del fondo

Nell'occupazione appropriativa o acquisitiva, il termine quinquennale da cui decorre la prescrizione del diritto a pretendere il risarcimento del danno decorre dalla data di scadenza della occupazione legittima, se l'opera è realizzata nel corso di tale occupazione, oppure al momento della irreversibile trasformazione del fondo (coincidente con la modifica dello stato anteriore del bene) se essa è venuta dopo quella scadenza o in assenza di decreto di occupazione di urgenza ma sempre nell'ambito di valida dichiarazione di pubblica tilità dell'opera. E' quanto stabilito dalla Prima Sezione della Corte di Cassazione con sentenza n. 7981 del 30 marzo 2007.

INDICE
DELLA GUIDA IN Amministrativo

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 582 UTENTI