Per i danni subiti dall'utente della strada la PA è responsabile ex art. 2043

In ordine ai danni subiti dall’utente in conseguenza di dell’omessa o insufficiente manutenzione di strade pubbliche, il referente normativo per l’inquadramento della responsabilità della Pa non è costituito dall’art. 2051 c.c., che sancisce una presunzione inapplicabile nei confronti della Pa con riferimento ai beni demaniali, quando risulti l’oggettiva impossibilità di un esercizio del potere di controllo di essa sulle strade in custodia, in dipendenza del loro uso generale e diretto da parte dei terzi e della notevole estensione di tali beni; ma dall’articolo 2043 c.c., che impone, nell’osservanza della norma. E’ quanto stabilito dal Tribunale di Bari con sentenza n. 407 del 13 febbraio 2007.

INDICE
DELLA GUIDA IN Amministrativo

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 599 UTENTI