I Soggetti che assicurano e chi ne beneficia

Il datore di lavoro come soggetto assicurante su cui incombe l'obbligo di assicurare i propri dipendenti al verificarsi delle situazioni e condizioni previste dalla legge

Soggetti assicuranti

Nel rapporto previdenziale, ai fini dell’ assicurazione obbligatoria degli infortuni sul lavoro, il soggetto assicurante è il datore di lavoro, cui incombe l’obbligo di assicurare i propri dipendenti al verificarsi delle situazioni e condizioni previste dalla legge

Datore di lavoro è ai sensi della art. 9 D.lgl. 38/2000 ai fini dell’assicurazione “le persone e gli enti, privati o pubblici compresi lo Stato e gli Enti Locali”, che esercitano le attività che obbligano all’ assicurazione ai sensi dell’ art. 1 e 4 del decreto suddetto.

L’onere dell’assicurazione degli infortuni e dell malattia professionale è di norma a carico del datore di lavoro anche se non sono stati versati regolarmente i contributi: il lavoratore ha in ogni caso diritto alle prestazioni erogate dall’INAIL.

Con la stipula del contratto il datore di lavoro è sollevato dalla responsabilità civile per gli infortuni sul lavoro dei propri dipendenti.

Il datore è, in ogni caso, per reati perseguibili d’ufficio o commessi in violazione delle norme sulla prevenzione infortuni e prevenzione sul lavoro. Per costituire il rapporto assicurativo il datore di lavoro ha i seguenti obblighi:

  • Denuncia di esercizio - denunciare all’ INAIL la natura dei lavori , almeno 5 giorni prima del loro inizio. La denuncia di esercizio non è costitutiva del rapporto assicurativo, ma è necessaria per garantire lo svolgimento dei controlli da parte dell’ Ente previdenziale che in tal modo può individuare le imprese aventi lavorazioni protette.
  • Denuncia nominativa assicurati(DNA) - o “denuncia contestuale” con la quale il datore di lavoro comunica , nello stesso giorno in cui si verifica l’evento, la instaurazione o la cessazione del rapporto di lavoro.
  • Denuncia infortunio - il datore di lavoro deve denunciare all’ INAIL, entro 2 giorni da quando ne ha avuto notizia, gli infortunii subiti dai dipendenti che siano pronosticati non guaribili entro tre giorni dall’ infortunio.
  • Premio e contributo assicurativo - l'onere dell’assicurazione è di norma ad esclusivo carico del datore di lavoro e si concretizza nel pagamento del premio nell’ industria e contributi nell' agricoltura.
Soggetti assicurati

Sono beneficiari dell’assicurazione:

  1. Lavoratori subordinati - Tutti coloro che in modo permanente o avventizio prestano, alle dipendenze o sotto la direzione altrui, opera manuale retribuita, nonché tutti coloro che, nonché tutti coloro che sono esposti per ragioni professionali al rischio proprio di determinate lavorazioni. La giurisprudenza costituzionale ha esteso la tutela dell' assicurazione anche ad altre categorie tra cui a titolo esemplificativo:
    • Apprendisti;
    • Coniuge, figli, parenti ed affini del datore di lavoro che svolgono opera manuale o sovrintendono i lavori;
    • Artigiani (i quali devono auto – assicurarsi);
    • Viaggiatori di commercio;
    • Religiosi;
    • Pescatori per la piccola pesca e delle acque interne;
    • Medici e tecnici di radiologia;
    • Lavoratori a domicilio;
    • Ballerini e tersicorei;
    • Personale addetto a macchine elettriche, computer, registratori di cassa, ecc;
    • Associati in partecipazione;
    • Sindacalisti;
    • Ricoverati in case di cura, istituti, ospizi, che per servizio interno svolgono un attività rischiosa;
    • Soggetti addetti ai lavori socialmente utili;
    • Professionisti che operano presso studi associati.
  2. Dirigenti - I lavoratori appartenenti all’ area dirigenziale a partire dal 16 marzo 2000, vedono estendersi al proprio rapporto di lavoro la tutela dell’ assicurazione obbligatoria, anche se sono già tutelati , contrattualmente o per legge , con polizza assicurativa privata.
  3. Lavoratori parasubordinati - Godono dell’assicurazione obbligatoria tutti i lavoratori parasubordinati che svolgono una attività tra quelle considerate a rischio di infortunio e quindi meritevoli di tutela oppure esercitano le proprie mansioni, non occasionalmente, su veicoli a motore personalmente condotti.

INDICE
DELLA GUIDA IN Infortuni sul lavoro

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 280 UTENTI