Prova dei danni da amianto

La richiesta dell'indennizzo per l'esposizione nell'ambiente lavorativo ad inalazioni di polveri amianto deve essere supportata dalla prova delle sofferenze e dei disagi psichici subiti. Lo ha stabilito la Cassazioione, con sentenza 23719/2006, precisando che occorre la prova della "rilevante gravit? dell'evento" del turbamento subito e del nesso causale tra evento e danno. La Corte, in particolare, esclude che il turbamento psicologico sia in re ipsa e dunque sia riconducibile allo svolgimento della prestazione lavorativa in luogo insalubre sulla scorta di regole di esperienza. Tuttavia, il disagio psicologico "pu? essere desunto da altre circostanze di fatto esterne quali la presenza di malattie psicosomatiche, insonnia, inappetenza o disturbi del comportamento".

INDICE
DELLA GUIDA IN Infortuni sul lavoro

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1818 UTENTI