Approfondimenti in Famiglia

  • L'affidamento condiviso, l'affidamento alternato, l'affidamento a terzi.

    In caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi nonché con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale, di ricevere cura, educazione ed istruzione.

  • Rinuncia all'eredità

    La rinuncia è disciplinata dall'art.519 c.c e presuppone la morte della persona della cui eredità si tratta, cioè l'apertura della successione. Viene effettuata generalmente quando l'eredità è gravata da debiti per non dovervi risponderne e, in tal caso, dovrà essere effettuata anche da tutti i dis...

  • Figlio naturale e figlio legittimo

    Lo strumento attraverso il quale il figlio naturale acquista la qualità di figlio legittimo

  • La convivenza nel diritto penale

    Alcuni articoli di legge in cui l' adeguamento della famiglia di fatto alla famiglia legittima si è accertato anche in campo penale.

  • Stipulare un patto di convivenza

    Quali sono i motivi per cui concludere un patto di convivenza?

  • La filiazione legittima

    Nel nostro ordinamento solo i figli nati all'interno del matrimonio acquistano fin dalla nascita la condizione giuridica di figli legittimi.

  • Le azioni di status

    L'azione di reclamo della legittimità può essere avanzata per ottenere il riconoscimento dello stato di figlio legittimo che non risulta dall'atto di nascita.

  • La filiazione naturale e il riconoscimento del figlio naturale

    In attuazione dell'art. 30 Cost., nel quale sono stati sanciti i diritti e la tutela dei figli naturali, il legislatore, con la legge di riforma del diritto di famiglia (n. 151 del 1975), ha stabilito la sostanziale parificazione tra la filiazione legittima e quella naturale.

  • I doveri dei genitori e quelli del figlio. La potestà genitoriale e le modalità del suo esercizio. Sospensione e decadenza. La tutela.

    Il figlio ha diritto al mantenimento da parte dei genitori, ma anche all'assistenza morale e agli insegnamenti che gli consentono di sviluppare la sua personalità il più possibile in sintonia con le sue inclinazioni e aspirazioni.

  • La capacità del minore: il matrimonio e l'emancipazione.

    Il nuovo nato ha, quindi, la titolarità di diritti e di doveri, ma non è nelle condizioni di poterli esercitare o di potervi ottemperare personalmente.

  • La rappresentanza del minore in giudizio; il curatore del minore; l'avvocato del minore.

    Il nostro sistema processuale conosce due figure di curatore speciale del minore: quella del curatore ad acta e quella del curatore ad processum.

  • Affidamento a terzi ex legge n. 184/83

    Il minore temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo, nonostante gli interventi di sostegno e aiuto è affidato ad una famiglia, preferibilmente con figli minori, o ad una persona singola, in grado di assicurargli il mantenimento, l'educazione, l'istruzione e le relazioni affettive di cui ...

  • L'adozione

    L'istituto dell'adozione nacque con la finalità di offrire a chi non aveva una propria discendenza la possibilità di tramandare il cognome e il patrimonio, consentendo all'adottato di mantenere i rapporti con la sua famiglia di origine.

  • L'imputabilità dei minorenni.

    Nell'ordinamento italiano la minore età è considerata causa di non imputabilità, con graduazione a seconda, però, che il minore agente del reato abbia compiuto o meno i quattordici anni.

  • Il D.P.R. n. 448 del 1988 e le particolarità del c.d. rito minorile.

    La struttura del processo penale nei confronti di imputati minorenni.

  • Il difensore del minore

    I difensori di ufficio e la loro specifica preparazione nel diritto minorile, assunta grazie a corsi di formazione, obbligatori ai fini dell'iscrizione nel relativo elenco dei difensori di ufficio.

  • Il processo minorile

    Le indagini preliminari, la fissazione dell'udienza, l'esame dell'imputato e la sentenza.

  • La messa alla prova

    Si tratta di una delle maggiori espressioni di civiltà giuridica in campo minorile, poiché consente di contemperare l'esigenza del rispetto della personalità del minore con quella di difesa della collettività.

  • I riti alternativi nel processo penale minorile.

    Il processo minorile può assumere la forma del giudizio abbreviato, del giudizio immediato e del giudizio direttissimo.

  • La successione testamentaria

    La successione testamentaria è nettamente preferita dal nostro legislatore rispetto alla successione legittima; quest'ultima, infatti, trova applicazione soltanto nel caso in cui manchi, in tutto o in parte, un testamento.

  • La successione mortis causa a titolo universale

    Qualora un soggetto, per testamento o per legge, sia chiamato a succedere nella totalità delle situazioni di carattere patrimoniale di pertinenza del de cuius, si parla di successione mortis causa a titolo universale e colui che subentra nella titolarità di detti rapporti assume la qualità di erede.

  • Che cos'è la successione legittima?

    La legge prevede le regole che si applicano per il trasferimento dei beni e dei diritti appartenenti ad una persona al momento della sua morte: in particolare, nel caso in cui il defunto muoia senza lasciare testamento, l’eredità è attribuita alle persone legate al defunto da rapporti familiari: con...

  • Il legato

    Le classificazioni del legato introdotte e dalla legge e dalla dottrina e gli adempimenti.

  • L'imposta sulle successioni

    L'imposta sulle successioni è una imposta che colpisce il trasferimento della proprietà e di altri diritti su beni mobili e immobili, a seguito della morte del titolare.

  • Chi sono gli eredi legittimari?

    Gli eredi che hanno diritto per legge ad una quota predeterminata dell'eredità stessa, che non può essere intaccata neppure dalle disposizioni testamentarie.

  • La divisione ereditaria

    Divisione delle poste attive della massa ereditaria proporzionalmente alle quote spettanti ad ogni coerede, dichiarando sciolta la comunione ereditaria.

  • Famiglia di fatto

    Gli elementi essenziali della convivenza e la legislazione ordinaria e speciale sulla famiglia di fatto.

  • Regole della convivenza

    Con il venir meno della convivenza possono sorgere problemi relativamente a: abitazione familiare; contratto di locazione;acquisti compiuti durante la convivenza; obbligazioni naturali tra conviventi; rapporti con i figli; ecc..

  • Conseguenze patrimoniali

    La famiglia di fatto può produrre effetti e conseguenze patrimoniali, anche nei confronti dei terzi.

  • Accordi di convivenza

    Fra i contratti atipici è diventato frequente il contratto di convivenza, come surrogato del matrimonio, per regolare i rapporti tra i conviventi, specie quelli economici e patrimoniali.

INDICE
DELLA GUIDA IN Famiglia

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1047 UTENTI