Possesso auto storiche – indice capacità contribuitva

Con sentenza n. 1294 del 22 gennaio 2007 la Corte di Cassazione, confermando la pronuncia del giudice di merito, ha statuito che il mantenimento di un bene di particolare pregio, quali sono le auto d’epoca, è sicuramente indice di capacità contributiva, in quanto ad esso impone, notoriamente, spese a volte anche ingenti. Non appare esorbitante dalla cultura dell’uomo medio, precisa la Cassazione, il dato secondo cui le auto c.d. storiche formino oggetto di collezionismo e di particolare ricerca fra gli appassionati di tali beni; è notorio che esiste un particolare mercato per tali tipi di veicoli, oggetto di attenzione da parte dei suoi consumatori e che la manutenzione di tali veicoli, ormai fuori produzione da tempo, comporti rilevanti costi, per tutte le necessità di manutenzione e sostituzione dei componenti soggetti a usura. Per questi motivi, tali beni mobili devono essere posti a base e presi in considerazione ai fini della determinazione della capacità contributiva del contribuente.

INDICE
DELLA GUIDA IN Cartelle di pagamento

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1084 UTENTI