Le spese per il risarcimento dei danni cagionati dal lastrico solare sono ripartite ex art. 1126 c.c.

Con sentenza n. 5848 del 13 marzo 2007, la Terza sezione Civile della Corte di Cassazione è tornata a pronuncirsi in tema di ripartizione dei danni cagionati all'appartamento sottostante il lasrtico solare per infiltrazioni d'acqua. La S.C. ha confermato l'orientamento già esistente in forza del quale pochè il lastrico solare dell'edificio svolge la funzione di copertura del fabbricato anche se appartiene in proprietà superficiaria o se è attribuito in uso esclusivo a uno dei condomini, all'obbligo di provvedere alla sua riparazione o ricostruzione sono tenuti tutti i condomini, in concorso con il proprietario superficiario o con il titolare del diritto di uso esclusivo. Pertanto dei danni cagionati all'appartamento sottostante per le infiltrazioni di acqia provenienti dal lastrico, deteriorat per difetto di manutenzione, rispondono tutti gli obbligati inadempienti alla funzione di conservazion, secondo le proporaizoni stabilite dall'articolo 1126 c.c., vale a dire, i condomini ai quali il lastrico serva da copertura, in proprorzione dei due terzi, e il titolare della proprietà superficiaria, nella misura del terzo residuo.

INDICE
DELLA GUIDA IN Condominio

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1411 UTENTI