Composizione delle commissioni di concorso

Il Cons. Stato, Sez. VI, 27 dicembre 2006, n. 7962, è stato chiamato a pronunciarsi in tema composizione delle commissioni di concorso pubblico. Nella specie, in particolare, era stata rilevata la mancanza del componente femminile in seno ad una commissione esaminatrice di un concorso a cattedra. In proposito il collegio ha rilevato la violazione dell'art. 9, comma secondo, del D.P.R. n. 487/1994, che stabilisce appunto la necessità della componente femminile, non vizia di per sé il procedimento, ma solo in presenza di una condotta discriminatoria del collegio in danno dei concorrenti di sesso femminile. Il richiamato art. 9, comma secondo, del D.P.R. n. 487/1994 stabilisce, infatti, che almeno un terzo dei posti dei componenti delle commissioni di concorso sia riservato alle donne "salvo motivata impossibilità". Ebbene nel caso esaminato è stata ritenuta causa di motivata impossibilità l'esaurimento degli elenchi ministeriali dei Presidi da cui attingere i componenti, e la circostanza che l'interpello fra i dirigenti scolastici degli istituti ai fini della nomina di una sostituta in seno alla commissione non era andato a buon fine.

INDICE
DELLA GUIDA IN Pubblica Amministrazione

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 627 UTENTI