Il contratto collettivo successivo nel tempo può derogare in pejus quello precedente

Nel caso in cui ad una disciplina collettiva privatistica succeda altra disciplina di analoga natura, si verifica l'immediata sostituzione delle nuove clausole a quelle precedenti, anche se la nuova disciplina sia meno favorevole ai lavoratori.
E' quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza n. 13879 del 14 giugno 2007. Secondo la S.C., infatti, il divieto di deroga in pejus è posto dall'art. 2077 c.c. unicamente per il contratto individuale di lavoro in relazione alle
disposizioni del contratto collettivo non possono vantare posizioni di diritto quesito trovando i loro indiduali interessi tutela solo tramite quella dell'interesse collettivo.

INDICE
DELLA GUIDA IN Pubblica Amministrazione

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1501 UTENTI