Il principio di assegnazione del bene al quotista maggiore può essere derogato in presenza di “seri motivi”

Nell’ambito di una divisione ereditaria, il principio di assegnazione del bene al quotista maggiore, previsto dall’articolo 720 del Cc, può essere derogato in presenza di “seri motivi” che giustifichino una scelta diversa. E la prosecuzione di un’attività imprenditoriale è un motivo idoneo a superare tale regola. Nel caso di specie, si trattava di un immobile presso il quale due fratelli, che avevano due quote di 1/5 ciascuno, esercitavano un’attività di ristorazione, mentre un altro fratello, che era venuto in possesso dei 3/5 dell’immobile, pretendeva l’assegnazione. Dopo l’alternarsi dei giudizi di merito, in Cassazione la spuntano i due fratelli sulla considerazione della prevalenza da attribuire all’interesse a proseguire l’attività. PUBBLICAZIONE(Fonte: Il Sole 24 Ore, Guida al Diritto, 2015, 47, pg. 24, annotata da A.A. Moramarco)

Corte di Cassazione, Sezione 2 civile, Sentenza 5 novembre 2015, n. 22663

INDICE
DELLA GUIDA IN Testamento

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 445 UTENTI