In materia di divisione la deduzione di indivisibilità del bene costituisce un'eccezione in senso proprio

In materia di divisione la deduzione di indivisibilità del bene costituisce un'eccezione in senso proprio poiché la norma dell'articolo 1112 del Cc non solo è derogabile ma, sancisce a sua volta un'eccezione al principio generale del favor divisionis, secondo cui i singoli partecipanti alla comunione di un bene possano chiederne la divisione per ottenerne una quota in natura o, se ciò non è possibile, una somma di denaro equivalente al valore della quota o, infine, la distribuzione del prezzo di vendita della cosa comune. (Corte di Cassazione Sezione 2 Civile, Sentenza del 22 maggio 2008, n. 13229)

INDICE
DELLA GUIDA IN Testamento

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1868 UTENTI