La Cassa forense non può rifiutare l’iscrizione all’avvocato ritenendolo un commerciante solo perché è titolare di una concessione di impianti di carburante se la gestione è stata affidata a terzi

La Cassa forense non può rifiutare l’iscrizione all’avvocato ritenendolo un commerciante solo perché è titolare di una concessione di impianti di carburante se la gestione è stata affidata a terzi. Difatti, la mera titolarità della concessione per impianti di carburante non è ostativa all’esercizio della professione forense atteso che la qualifica di concessionario per impianti di distribuzione infatti non è incompatibile con l’esercizio della professione forense. (Fonte Diritto e Giustizia e Lex24)

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile, Sentenza 16 ottobre 2013, n. 23536

INDICE
DELLA GUIDA IN Lavoro

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1667 UTENTI