Stranieri e accesso al pubblico impiego

Con sentenza del 13 novembre 2006, n.24170, la Corte di Cassazione, sez.lav., ha chiarito che l'esclusione dello straniero non comunitario dall'accesso al lavoro nelle pubbliche amministrazioni deve essere ritenuta costituzionalmente legittima, trovando tale esclusione il proprio fondamento nelle stesse disposizioni costituzionali (artt. 51, 97 e 98 Costituzione). Da qui dell'art. 70, comma 13, D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 che consente di prescinder, ai fini dell'assunzione, dal requisito della cittadinanza solo per gli stranieri comunitari, sia pure a determinate condizioni, nonch? in casi particolari (art. 38 D.Lgs 30 marzo 2001, n. 165; art. 22 D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286).

INDICE
DELLA GUIDA IN Lavoro

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1633 UTENTI