Il coniuge assegnatario della casa familiare che corrisponda al condominio dello stabile ove è ubicato l'immobile una determina somma, a titolo di spese condominiali e spese processuali ha diritto a ottenere la restituzione della somma versata

Qualora il coniuge assegnatario della casa familiare, al fine di evitare la vendita forzata della stessa, corrisponda al condominio dello stabile ove è ubicato l'immobile una determina somma, a titolo di spese condominiali e spese processuali, per estinguere un debito gravante sull'altro coniuge (proprietario esclusivo dell'immobile), surrogandosi, per espressa volontà del creditore, nelle ragioni del condominio, ha diritto a ottenere la restituzione della somma versata. Nella specie, la moglie aveva sottoscritto una scrittura privata con il condominio che era stata notificata al marito-debitore, che non aveva sollevato alcuna obiezione; pertanto, secondo il giudice del merito, la moglie era subentrata dal lato attivo nel rapporto obbligatorio intercorrente tra il condominio e il marito. (Tribunale Bologna,Sentenza del 3 gennaio 2008, n. 8)

INDICE
DELLA GUIDA IN Divorzio

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1222 UTENTI