In caso di separazione senza prole l'assegnazione della casa coniugale è di competenza dei soli coniugi

In caso di separazione di coniugi senza figli, non spetta al giudice decidere sull’assegnazione della casa coniugale. E’ quanto statuito dalla Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione che con sentenza n. 6979 ha stabilito che sia che la casa familiare sia in comproprietà fra i coniugi, sia che appartenga in via esclusiva ad un solo coniuge, il giudice non potrà adottare con la sentenza di separazione un provvedimento di assegnazione della casa coniugale, non autorizzandolo neppure l’articolo 156 che non prevede tale assegnazione in sostituzione o quale componente dell’assegno di mantenimento. In mancanza di una normativa speciale in tema di separazione, inoltre, la casa familiare in comproprietà  è soggetta alle norme sulla comunione, al cui regime dovrà farsi riferimento per l’uso e la divisione.

INDICE
DELLA GUIDA IN Divorzio

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1197 UTENTI