La sentenza di divorzio di un tribunale straniero che non decide sull'affidamento e sul mantenimento dei figli non è contraria all'ordine pubblico

La sentenza di divorzio di un tribunale straniero che non decide sull'affidamento e sul mantenimento dei figli non è contraria all'ordine pubblico. La sentenza di divorzio pronunciata dal giudice straniero fra cittadini non italiani, infatti, anche se non indica le condizioni di affidamento e di mantenimento dei bambini non entra in conflitto con alcun principio fondamentale dell'ordinamento italiano. Nessun principio costituzionale impone che la definitiva regolamentazione dei diritti e dei doveri scaturenti da un determinato status sia dettata in un unico contesto.

Corte di Cassazione, civile, Sentenza 31 luglio 2012, n. 13556

INDICE
DELLA GUIDA IN Divorzio

OPINIONI DEI CLIENTI

Vedi tutte

ONLINE ADESSO 1073 UTENTI